Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Intervista con David Kirkpatrick:”LA CHIAVE È NELLA PUBBLICITÀ”

 

Intervista con kirkpatrick scanned web

(da sinistra: “David Kirkpatrick e Mark Zuckerberg a DLD09“, foto di Giovanni de Paola)

Di seguito: Intervista con David Kirkpatrick pubblicata da Nòva24-Il Sole 24 Ore il 4 Febbraio 2010.

Intervista sull’evoluzione del giornalismo: “LA CHIAVE  È NELLA PUBBLICITÀ”

 

<<Se il New York Times mi costasse in edicola 10 dollari al giorni, probabilmente lo comprerei>>.

 

David Kirkpatrick è uno dei giornalisti più influenti della scena tech negli States, scrive per il Fortune magazine. <<L’informazione ha un valore. La gente paga. I giornali cartacei sono essenziali per la società>>.

Secondo David chi è nel mondo degli affari non può prescindere dalle notizie su carta: 

<<Non importa cosa capiti sull’Huffington Post o su Techcrunch,  la narrativa della vita moderna è ancora nelle mani del NY Times, del Wall Street Journal e del Financial Times. Devi essere informato su quella narrativa per essere attivo nell’era moderna e non puoi permetterti di perdere il contatto tattile con il supporto che ti introduce al futuro>>.

 

Sul mancato passaggio rapido dal cartaceo all’online David vede degli errori nelle scelte strategiche degli investitori:

<<La chiave è la pubblicità: penso che i pubblicitari non abbiano seguito di pari passo l’evoluzione del giornalismo. Hanno investito soldi sul cartaceo, ma non in uguale maniera nell’online, non hanno scommesso abbastanza in giornali come l’Huffington Post o Slate.com>>.

 

David è autore di The Facebook Effect, senza editore in Italia, libro sulla storia e l’impatto di Facebook nelle nostre vite: 

 

<<Il nuovo modo di ricevere le informazioni è tramite Facebook e Twitter, noi giornalisti seguiamo così le news. Se il tuo amico posta un link a un articolo vuol dire che gli è piaciuto, ci sono più probabilità che piaccia anche a te se è consigliato da una persona di cui ti fidi. In questo senso tutti stiamo diventando giornalisti>>.

 

David Kirkpatrick scrive di computing e technology per il Fortune magazine dal 1991. Autore del libro The Facebook Effect. Sta organizzando una nuova conferenza: Techonomy = tech(nology) + (ec)onomy, 4-6 Agosto 2010, Lake Tahoe

English Version:

Interview on the evolution of journalism: “ADVERTISING IS THE KEY”

 

<< If the New York Times on newsstands would cost  me $ 10 per day, I would probably buy it anyway>>.

 

David Kirkpatrick, who writes for the Fortune magazine, is one of the most influential journalists on the tech scene in the United States,. << The information contains  value. People are ready to pay for it. Printed newspapers are essential for our society >>.

 

According to David who  works in the business sector cannot ignore news papers:

 

<< No matter what gets published on The Huffington Post or on Techcrunch, modern life’s narrative is still in the hands of the NY Times, the Wall Street Journal and the Financial Times. You must be informed of the narrative to be active in the modern era, and you cannot afford to lose the tactile contact with the support that introduces you to the future >>.

 

David motivates the failure to switch from a paper to an online version due to the mistakes made in the strategic choices of investors:
<< The key is advertising: I think that advertisers have not followed hand in hand the evolution of journalism. They have invested money on newspapers, but did not do  in the same way in online contents, they did not gambled enough on websites  such as the Huffington Post or Slate.com >>.

David is the author of The Facebook Effect, a book still unpublished in Italy, which looks at the  history of Facebook and its impact our lives:

<< The new way to get information is through Facebook and Twitter, this is how journalists follow the news. If your friend posts a link to an article it means that he liked it and we are more likely to like it too if it is recommended by someone we trust. In this sense we are all becoming journalists >>.


David Kirkpatrick writes about computing and technology for Fortune magazine since 1991. Author of the book The Facebook Effect. He is organizing a new conference: Techonomy = tech (nology) + (c) onomy, 4 to 6 August 2010, Lake Tahoe