Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

WIKIPEDIA IN ITALIANO CHIUDE PER PROTESTA. DDL INTERCETTAZIONI MINA SUA LIBERTA’

UPDATE 10 OTTOBRE:

 

UPDATE: 

Altro comunicato da Wikipedia, precisamente da Wikimedia Foundation, fondazione senza fini di lucro che gestisce Wikipedia: (qui in inglese)

Wikimedia: il Ddl intercettazioni minaccia la capacità di collaborare apertamente nella condivisione della conoscenza.

Questo disegno di legge ostacolerebbe il lavoro di progetti come Wikipedia: enciclopedia aperta, guidati da volontari, e con spazi di collaborazione dedicati alla condivisione delle conoscenze di alta qualità

I volontari della comunità italiana di Wikipedia hanno preso la decisione di sostituire tutte le pagine italiane di Wikipedia con un comunicato ai lettori di una proposta legge in discussione alla Camera dei Deputati del Parlamento italiano. Il messaggio illustra i punti di vista della comunità italiana di Wikipedia e fornisce dettagli sul progetto di legge che minaccia la capacità di collaborare apertamente nella condivisione della conoscenza. Questa è una decisione della comunità italiana di Wikipedia non presa sicuramente alla leggera. 
La Wikimedia Foundation sta con i nostri volontari in Italia che mettono in discussione il "DDL intercettazioni" , disegno di legge in Italia. Questo disegno di legge ostacolerebbe il lavoro di progetti come Wikipedia: enciclopedia aperta, guidati da volontari, e con spazi di collaborazione dedicati alla condivisione delle conoscenze di alta qualità, per non parlare della possibilità per tutti gli utenti di Internet a impegnarsi nella democrazia e libertà di parola. 
I Wikibookiani in tutto il mondo si vantano della loro capacità di rimuovere rapidamente informazioni false dai loro progetti. Wikipedia ha fissato le modalità per ricevere le denunce o dubbi da singoli individui o organizzazioni e un sistema forte esiste per rimuovere le informazioni errate o false, e se necessario rimuovere articoli completi nel tentativo di prevenire atti di vandalismo. Per i wikipediani, non vi è alcun valore né necessità di questa proposta di legge. 
La Wikimedia Foundation sostiene i diritti di tutte le persone in tutto il mondo di accedere ai nostri contenuti gratuiti di conoscenza, e noi ugualmente sostenere il lavoro dei nostri redattori di collaborare nella produzione di questa conoscenza libera, senza lo spettro della punizione sanzionatoria o di attacchi verso il loro lavoro. 

Jay Walsh, responsabile della comunicazione

UPDATE:
JIMMY WALES (WIKIPEDIA): DDL INTERCETTAZIONI ITALIANO UNA PROPOSTA DI LEGGE IDIOTA

Jimmi tweet

 

 

Anche Jimmy Wales, creatore di Wikipedia, commenta su Twitter la chiusura di Wikipedia:

"Wikipedia Italia è in sciopero contro una proposta di legge idiota"

Wikipedia Italy is on strike against an idiotic proposed law:Wikipedia La versione italiana di Wikipedia, l’enciclopedia libera online, è attualmente chiusa perché “neutralità, libertà e verificabilità dei suoi contenuti — rischiano di essere fortemente compromessi dal comma 29 del cosiddetto DDL intercettazioni” dice il comunicato che si può leggere sulla home page italica in queste ore. E continua: tale proposta di riforma legislativa, che il Parlamento italiano sta discutendo in questi giorni, prevede, tra le altre cose, anche l'obbligo per tutti i siti web di pubblicare, entro 48 ore dalla richiesta e senza alcun commento, una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente giudichi lesivo della propria immagine.

Purtroppo, la valutazione della "lesività" di detti contenuti non viene rimessa a un Giudice terzo e imparziale, ma unicamente all'opinione del soggetto che si presume danneggiato”.

Wikipedia indica, dunque, che un singolo individuo sentendosi "leso" potrà mettere in difficoltà un sito web che ha pubblicato informazioni vere.

È un richiamo importante quello di Wikipedia perché arriva da una risorsa culturale alla quale accede chiunque e che ci arricchisce ogni giorno. E il vuoto si sente già ora che la versione italiana è "spenta".

Qui il comunicato completo sulla home page in italiano di Wikipedia.


seguimi su Twitter qui