Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

“Per competere su suolo inglese, alleniamoci in suolo argentino”, las Malvinas

Maradona-mano

O Falkland, come le chiamano i legittimi sovrani del Regno Unito. O gli 'illegittimi sovrani', come gli argentini definiscono i britannici.

Nel 1982, l'arcipelago delle islas Malvinas (come le chiamano gli argentini) è stato conteso durante la Guerra delle Falkland. Vincitori sono stati i figli di Albione. Agli argentini ancora non va giù.

Ed ecco lo spot pre Olimpiadi di Londra 2012 (video sotto).

Nel video, il campione di hockey argentino, Fernando Zylberberg, si allena sull'isola contesa e alla fine compare la scritta-provocazione: "Per competere su suolo inglese ci alleniamo su suolo argentino".

Un nuovo intreccio tra sport e politica che segue la decisione della federcalcio argentina dello scorso febbraio: rinominare il campionato di Clausura in corso come 'Torneo Crucero General Belgrano' in onore della nave da guerra argentina affondata da un sottomarino inglese durante la guerra del 1982. Dopo le polemiche, tuttoggi sul sito dell'AFA (Asociación del Fútbol Argentino), il campionato viene indicato come 'Torneo Crucero General Belgrano'.

Diego Armando Maradona ha dichiarato, a 10 anni di distanza dal goal di mano all'Inghilterra nei quarti di finale di Coppa del Mondo di Messico '86, poi vinta"Penso a Messico '86 e la prima immagine che mi viene in mente è il gol agli inglesi. Da allora è sempre così perché è stato più di una vittoria di una squadra, è stata la vittoria di un Paese. 
Anche se in pubblico dicevamo, prima della partita, che il calcio non aveva niente a che fare con la guerra delle Malvine, era una bugia. Intimamente sapevamo che erano morti molti ragazzi argentini uccisi come uccellini. Inconsciamente lo avevamo bene in mente.
Era più di una partita cacciare fuori dalla coppa gli inglesi. Davamo la colpa 
ai giocatori inglesi di tutto ciò che era accaduto. Sì, lo so che è pazzesco, ma è così che lo sentivamo ed era più forte di noi. Stavamo difendendo la nostra bandiera, i nostri ragazzi, la verità è questa. 
E il mio gol… il mio gol ha avuto due significati. Il primo è stato come scippare il portafogli a un inglese e il secondo nascondere il tutto".