Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Bruxelles: multa se fischi alle ragazze per strada

Bruxelles multa se fischi alle ragazze per strada

Una multa salata a chi importuna verbalmente le donne per strada. Scatta da settembre a Bruxelles una sanzione che, più che la soluzione a un problema reale, sembra una risposta al documentario ''Femme de la rue'', appena sfornato dalla regista belga di Leuven Sofie Peeters che denuncia le molestie verbali in alcuni quartieri della Capitale d'Europa.

Ragazze che 'vengono fischiettate' e avvicinate da accompagnatori non richiesti.

Invece di lamentarvi ''venite a denunciare alla polizia quanto subite così possiamo intervenire''. È stata la reazione della polizia di Bruxelles. Sofie Peeters, studentessa di cinema, non si è dichiarata entusiasta della scelta della sanzione in quanto ''sarà molto difficile dimostrare la molestia. È improbabile che un uomo ripeta davanti alla polizia quello che ha detto poco prima''.

Il documentario ''Femme de la rue'' sottolinea che il 90% degli atteggiamenti 'machisti' arrivano da immigrati e ''non sono rappresentativi della comunità nordafricana nel suo insieme'' ha detto Sofie Peeters. ''Una delle domande che mi sono posta è stata come affrontare il problema senza girare un documentario razzista''.

Il reportage è stato girato con una videocamera nascosta passeggiando tra le zone di Annessens e Lemonnier, dove Sofie abita, e riporta interviste che la videomaker ha realizzato sia con ''molestatori'' che con le ''molestate''. 

Comprensibile la voglia di farsi notare della giovane cineasta Sophie, arrivata dalla tranquilla cittadina delle Fiandre Leuven alla grande città di Bruxelles che di piaghe sociali ne ha tante. Piaghe e problemi più legati ai fatti che alle parole.

Qui il documentario in olandese, con interviste in inglese e francese.

Seguimi su Twitter